Il bradipo

bradipo1Sfogliando un vecchio album  ho ritrovato delle fotografie di mia figlia con un bradipo in braccio.
La scena è dolcissima, questo tenero animale ha gli occhi chiusi e la testa appoggiata sulla spalla della mia bambina che, a fatica, riesce a sorreggerlo.
Io, da vera donna coraggiosa quale sono, non ho voluto farmi immortalare con il bradipo in braccio, le sue unghie lunghe e ricurve mi facevano un po’ impressione.
Capita spesso in Brasile, più precisamente a Bahia, sulla strada che da porto Seguro porta a Caraiva, di incontrare baracche di indiani Pataxo che, per pochi realim (moneta del luogo) permettono al turista di fare fotografie con il “loro” bradipo in braccio.
La parola bradipo deriva dal latino e significa “piede lento”, probabilmente in riferimento alla loro andatura davvero lenta e pigra.
Un tempo si pensava che questi mammiferi vivessero solo sugli alberi di cecropia, molto diffusi in tutto il Brasile, ma studi più approfonditi hanno dimostrato che hanno colonizzato anche molte altre speci di arbusti.bradipo2
Per sopravvivere hanno comunque bisogno di un clima mite ed umido tutto l’anno.
Il bradipo, che ha una durata media di vita di 12 anni, assomiglia molto al koala, anche per le abitudini di vita statiche e sedentarie, ma è più grande.
Ha una dentatura molto debole, il pelo lungo cosparso di minuscole alghe e le unghie lunghe ed affilate che gli permettono di aggrapparsi e restare appeso comodamente al tronco degli alberi.
A terra le loro zampe anteriori non servono molto.
Quando si devono spostare assumono una posizione prona, affondano gli artigli nel terreno e si spingono con le zampe posteriori.
Per il bradipo è sufficiente avere a disposizione un albero, dove trova nutrimento dalle foglie, acqua e un posto comodo dove dormire (dorme circa 19 ore al giorno).
Addirittura riescono ad accoppiarsi e a partorire sempre appesi ai rami.
I maschi della specie rimangono sempre su un unico albero mentre le femmine si spostano di albero in albero per cercare nutrimento e riparo per i loro cuccioli.
Quando il piccolo raggiunge la maturità sessuale la madre gli cede il suo albero.
La loro eccessiva lentezza non è sempre un fattore positivo, se vengono sorpresi a terra da un predatore hanno davvero poche possibilità di sopravvivenza, mentre, se si trovano in acqua diventano agili e veloci.
In Brasile, specie fra le popolazioni indiane, c’è questa usanza di utilizzare il bradipo come animale da compagnia ma è sbagliato.
E’ un animale nato in cattività, che non ha bisogno delle cure dell’uomo e come tale deve avere la possibilità di vivere e dormire nel suo abitat ideale.

Michela Redaelli

Permanent link to this article: http://www.pandorando.it/il-bradipo/

Lascia un commento

Your email address will not be published.