Cordiale e amichevole, durante la nostra chiacchierata ride molto, in lei non sembra esserci traccia di diffidenza nei confronti del prossimo e si mostra subito disponibile per raccontarmi la sua avventura. Darinka Montico ha 33 anni ed è laureata in fotografia. Vive a Palermo, di madre croata. È il 21 Marzo quando decide di lasciare …

A piedi dalla Sicilia al Piemonte: Darinka Montico, raccoglitrice di sogni

Italiaapiedi1.1Cordiale e amichevole, durante la nostra chiacchierata ride molto, in lei non sembra esserci traccia di diffidenza nei confronti del prossimo e si mostra subito disponibile per raccontarmi la sua avventura. Darinka Montico ha 33 anni ed è laureata in fotografia. Vive a Palermo, di madre croata. È il 21 Marzo quando decide di lasciare tutto e partire: percorrerà tutta l’Italia a piedi, fino al Piemonte e tornerà indietro. Un periodo di pausa, una sorta di distacco da una società sempre più caotica e che ci vuole sempre più incasellati ed etichettati, sempre più schiavi …
Mi racconta di aver vissuto all’estero, ha lavorato a Londra, adattandosi a lavori di ogni tipo, poi ha deciso di tornare a Palermo dai familiari. Dal 2007, dopo aver letto il libro “Armata perduta”, aveva in testa questo progetto. Con coraggio avvisa la famiglia che partirà e percorrerà tutta l’Italia a piedi. Ha un’ottima parlantina, frizzante, sa trasmettere energia nel suo modo di esprimersi … ma qual è lo scopo di questa “follia”?
Amo scrivere, viaggiare, fare foto … ho deciso di mettere tutte queste cose insieme.” Afferma. Poi continua dicendo che da questa avventura intende trarre due libri: in uno racconterà le sue avventure quotidiane in una sorta di diario, nell’altro raccoglierà i sogni della gente.
Mi faccio spiegare meglio questa faccenda del “raccogliere sogni” e mi racconta che è partita senza soldi perché non ne aveva e perché ciò le permette di conoscere più gente. Ogni giorno deve chiedere a qualcuno ospitalità e questo l’ha portata ad incontrare tantissime persone. Da ognuno di loro si fa raccontare un sogno e, mi confida, che anche chi pensa di non averne uno poi, scavando dentro di sé, riesce a trovarlo.
Le chiedo se non ha paura, in fondo potrebbe capitarle che domani nessuno le offrirà un piatto o un tetto sotto cui dormire.
No, avevo più paura prima di partire. Cammino di giorno, inoltre non mi è mai capitato, da quando sono partita, di dormire fuori, ho dormito solo una volta in campeggio. Ho sempre trovato persone disposte ad ospitarmi, in alcuni posti mi sono fermata anche alcuni giorni, dipende da chi mi ospita … se qualcuno domani non dovesse offrirmi un piatto troverò nespole, pesche e ciò che la natura offre … In fondo se sei positivo attiri positività.
Tra una risata e l’altra mi racconta delle perplessità della sua famiglia, inizialmente non pensavano che sarebbe veramente partita, ma adesso sono contenti, anche se la chiamano ogni giorno. Aggiunge poi che è felice di aver fatto questa scelta, che è stata ospitata addirittura da un sindaco e che ha volato in deltaplano solo alcuni giorni or sono. Pensa di rientrare a Palermo ad Ottobre, se riesce per il giorno del suo compleanno, il 28 Ottobre, ma non può ancora dirlo per certo.
A noi non resta che ammirare tanta audacia e augurarle di cuore:
Buon viaggio Darinka!

Katia Pellegrinetti

Permanent link to this article: http://www.pandorando.it/piedi-dalla-sicilia-piemonte-darinka-montico-raccoglitrice-sogni/

Lascia un commento

Your email address will not be published.