Tutti pazzi per Violetta

Violetta-concerto1Sabato 4 gennaio 2014.
Sono le 8 del mattino e mia figlia Carlotta di 9 anni gira per la casa con il sorriso stampato sulle labbra.
Questa sera, al Mediolanum Forum di Assago, assisterà al concerto della sua beniamina: Violetta.
Forse non tutti sanno chi è Violetta.
E’ la protagonista dell’omonima serie televisiva prodotta dalla Disney Channel America Latina ed è interpretata dall’attrice sedicenne Martina Stoessel.
Nella telenovela Violetta, dopo avere trascorso alcuni anni in giro per l’Europa con il padre, torna nella sua città natale, Buonos Aires.
Li si iscrive ad una scuola di musica e danza, incontra nuovi amici e, per la prima volta, si innamora.
Puntata dopo puntata si vive la quotidianità della protagonista e dei personaggi che le ruotano intorno fra scuola, studio, litigi e riappacificazioni, amori più o meno ricambiati e tanta, tanta musica.
Legato al successo della serie televisiva un’infinità di oggettistica, dall’abbigliamento alla linea per la scuola, dalle scarpe ai libri…
Ed ora, per la gioia di tutte le sue fans, il concerto dal vivo che toccherà diverse città italiane.
Nonostante i prezzi proibitivi, si parte da una base di 45 euro per i posti non numerati fino ad un massimo di 240 euro, i biglietti, nel giro di poche ore, erano già esauriti.
Ma torniamo alla nostra giornata.Violetta concerto2
Dopo un’interminabile coda all’uscita di Assago, riusciamo ad arrivare a destinazione.
Nonostante il freddo si respira subito un’aria allegra e spensierata.
Tutto è organizzato nei minimi dettagli, il pubblico viene smistato velocemente per evitare noiose code.
All’interno buttafuori ed hostes sono pronti e disponibili per ogni necessità.
Noi abbiamo la fortuna di trovarci in quarta fila, proprio sotto il palco.
Centinaia, anzi migliaia di ragazzine dai 6 ai 15 anni circa, sono in trepidante attesa, tutte con maglioni, magliette, fasce e collane che ritraggono Violetta.
Si abbassano le luci e lo spettacolo inizia alle 20,30 come da programma.
Quando si alza il sipario e Violetta saluta il suo pubblico con poche parole in italiano “ Ciao Milano, sono felice di essere qui, vi amo” è il delirio.
Tutti urlano il suo nome, scattano fotografie, fanno filmini.
E’ proprio lei ad aprire il concerto con “Hoy somos mas” che le fans cantano con lei.
Poi la presentazione dell’intero gruppo fra le urla di gioia delle ragazzine e qualche lacrimuccia.
I 12 personaggi principali, e sicuramente i più amati del programma televisivo, si alternano con maestria e destrezza sul palco cantando le canzoni che più li rappresentano.
violetta-concerto3Oltre a loro un consistente corpo di ballo ed alcuni musicisti.
Il parco, strutturato su 3 differenti livelli, permette acrobazie, salti ed un continuo cambio di scena.
Alle spalle dei cantanti un maxi schermo che proietta sempre immagini e scenari differenti.
Un gioco di luci, ombre, fumo e colori davvero molto ricercato e di effetto degno di un grande evento.
Spesso le canzoni sono intervallate da brevi parte recitate, un po’ in italiano, un po’ in argentino, che riprendono alcuni punti del film con la rivalità fra Leon e Diego o l’amicizia di Violetta con Camilla e Francesca.
Per ogni brano Violetta indossa un abito differente.
Balze e brillantini la fanno sembrare ancora di più una piccola principessa mentre romantica canta seduta su una panchina con il suo diario segreto stretto fra le mani o quando si dondola su un’altalena nel cielo insieme a Leon.
Prima dei saluti finali il tanto atteso bacio fra Leon e Violetta fra lo stupore e gli applausi del pubblico.
Ma quando tutto sembra finito Violetta ricompare per cantare altre 2 canzoni in italiano senza base musicale ma accompagnata  dalla chitarra e da tutti i presenti fra fuochi d’artificio e cuori di carta sparati dai cannoni.
Purtroppo, come in tutte le più belle favole, anche qui siamo arrivate alla fine, adesso bisogna attendere la ripresa della serie televisiva dal 20 di gennaio.

Michela Redaelli

Permanent link to this article: http://www.pandorando.it/tutti-pazzi-per-violetta-2/

Lascia un commento

Your email address will not be published.