Ucraina: nuovo intervento militare americano

0,,17589855_403,00Ben 40.000 soldati russi risiedono lungo il confine con l’Ucraina, secondo le stime della NATO. Carri armati, elicotteri, artiglieria, forze speciali, aerei da combattimento e le unità logistiche stazionano in più di 100 località, alcune a meno di 40 chilometri dal confine. Questa era la situazione a metà aprile, come descritto dal Generale NATO Generale Gary Deakin.
Cosa ha in mente il presidente russo Vladimir Putin? Militari, politici e analisti si sono fatti la stessa domanda. L’impegno di Putin di non inviare truppe nell’ Ucraina orientale, non può essere invocato, ha scritto il giornalista Alexander Golz sul Moscow Times, una pubblicazione criticata dal Cremlino. D’altra parte, ha aggiunto, non sembra che l’esercito russo sia in grado di occupare vaste aree.
Uno dei motivi è che la Russia ha recentemente ridotto il suo esercito, in parte anche a causa della contrazione della sua popolazione. Secondo Golz, decine di migliaia di agenti sono stati mandati, e centinaia di “combattimenti impreparati” sono stati arrestati dalle truppe.
Prima di queste riforme, la Russia aveva evidentemente agito secondo l’idea della quantità al di sopra della qualità attraverso la mobilitazione di massa di diversi milioni di riservisti. Ma ora il governo sta passando alle forze di risposta rapida. Queste unità, Golz ha aggiunto,è per lo più costituita da 50.000 soldati, sotto contratto che le forze armate assumono annualmente. La crisi in Crimea ha già dimostrato quanto bene funzioni questo metodo.
0,,17559608_401,00Con questo in mente, la cattura e l’occupazione a lungo termine delle aree più grandi,come Kharkiv, Donetsk, Luhansk o nell’ Ucraina orientale, presentano una grande sfida per questo esercito. Golz ritiene che almeno 100.000 soldati, o un ottavo dell’esercito totale, sarebbero necessario per garantire tali regioni. La forza occupante avrebbe dovuto istituire posti di blocco su tutte le principali strade.
Kristian Pester, dell’Istituto tedesco per gli affari internazionali e di sicurezza, vede anche un “pericolo di sovraestensione “. Ci vogliono più forze ed è molto più difficile mantenere il controllo a lungo termine su di una zona occupata che non ha intenzione in alcun modo di scioperare.
L’esercito russo è sicuramente in grado di effettuare uno sciopero di breve durata: le formazioni di base militari sul confine ucraino sono considerate ben attrezzate con moderni carri armati, aerei da combattimento e missili a corto raggio.
L’esercito ucraino, al contrario,conta 200.000 soldati, non tutti sono fedeli al governo di Kiev, e sono poco attrezzati, con la maggior parte dell’ equipaggiamento, fatto di avanzi sovietici che non sono stati rinnovati per anni.
L’Esperto di Europa orientale Ewald Böhlke, del Berthold Beitz Center di Berlino, ha spiegato una delle ragioni: “L’esercito ucraino è stato saccheggiato dall’oligarchia ucraina e i membri dei servizi pubblici ucraini per 20 anni. Di conseguenza , l’esercito è in uno stato terribile e completamente demoralizzato.
0,,17545086_303,00Le forze di sicurezza ucraine si sono già scontrate con i separatisti filorussi.
Come tale, la campagna del governo ucraino “antiterrorismo” contro i separatisti filorussi a Slovyansk è stato un momento molto difficile, nonostante il presidente ad interim Oleksandr Turchynov abbia attivato 11.000 soldati.
Putin flesso forza militare della Russia in risposta, con una manovra nei pressi del confine. Il ministro della Difesa russo Sergey Shoygu ha annunciato le esercitazioni di truppe della terra nel sud e nell’ovest, nonché le unità aeree lungo il confine. La Russia aveva già dichiarato delle manovre militari nelle regioni di confine alla fine di febbraio “per dimostrare la prontezza in situazioni di crisi, nonché in caso di minaccia militare.”
L’Occidente ha anche rafforzato la sua presenza militare nella regione. Nell’ultima settimana gli Stati Uniti hanno aggiunto 150 truppe in una base polacca a Svidvin, e vorrebbe anche mettere 450 soldati in più nelle nazioni baltiche di Estonia, Lettonia e Lituania.
Queste installazioni delle truppe sono venute attraverso accordi bilaterali con i rispettivi governi, ha detto il segretario alla Difesa John Kirby degli Stati Uniti prima di aggiungere che esse non rappresentano una decisione NATO.

Anthea Favoriti

Permanent link to this article: http://www.pandorando.it/ucraina-intervento-militare-americano/

Lascia un commento

Your email address will not be published.